Salta al contenuto principale

Centro antiveleni e tossicologia

Attività
Ci occupiamo della diagnosi e della cura dei pazienti con intossicazione acuta e forniamo consulenze tossicologiche sia agli operatori sanitari sia ai cittadini.
Le fonti di informazione utilizzate sono riconducibili a quanto riportato nella letteratura accreditata e nelle banche dati internazionali, nonché alla casistica e all’esperienza maturata negli anni.  
 
Agli operatori sanitari diamo indicazioni relative a:

  • identificazione e tossicità della sostanza
  • valutazione del quadro clinico
  • procedure diagnostico-terapeutiche
  • monitoraggio del paziente
  • uso di antidoti

Ai cittadini diamo indicazioni in merito a:

  • rischi tossicologici 
  • eventuale necessità di trattamento ospedaliero o possibilità di trattamento a domicilio 

Inoltre garantiamo:

  • un servizio di informazione sul farmaco estero, per dare informazioni sul principio attivo di farmaci esteri di cui è noto solo il nome commerciale; per ogni farmaco estero vengono fornite informazioni su: principio attivo e formulazione, equivalente italiano/estero, interazioni con altri farmaci, effetti collaterali/ reazioni avverse, tossicità in caso di sovradosaggio ed eventuale trattamento specifico
  • un servizio di informazione sull’uso di farmaci in gravidanza e allattamento: la consulenza viene garantita sia telefonicamente, sia in occasione di visite ambulatoriali o di accesso al Pronto Soccorso. In caso di assunzione di farmaci in gravidanza valutiamo il rischio di teratogenesi, la possibilità di sostituire il farmaco a rischio con un altro a rischio minore e la necessità di diagnostica prenatale. Per i farmaci da assumere durante il puerperio valutiamo l’entità di passaggio di farmaco nel latte e il potenziale rischio per il bambino, la possibilità di sostituire il farmaco a rischio con un altro a rischio minore, la necessità di un monitoraggio clinico, e, molto più raramente, anche di laboratorio, del lattante
  • attività di farmacovigilanze e tossicovigilanza

Ambiti di ricerca
Uso di farmaci in gravidanza e allattamento con particolare attenzione alla sindrome ansioso-depressiva, in collaborazione con la Psichiatria 2.

Aree di eccellenza

  • Al fine di poter offrire il miglior approccio possibile alle pazienti gravide con problematiche specifiche e/o patologie rare, è stato costituito un gruppo di lavoro multidisciplinare che vede al suo interno rappresentate buona parte delle competenze specialistiche presenti in ospedale.
  • L’ambulatorio dedicato all’uso di farmaci in gravidanza e allattamento è l’unico in Regione Lombardia.
  • Il servizio di informazione sul farmaco estero è unico a livello nazionale in quanto dispone di prontuari esteri, banche dati internazionali e collegamenti con Centri Antiveleni a livello mondiale.

Indicatori

Indicazioni di attività

Collaborazioni

  • ATS
  • Prefettura di Bergamo (trasporto antidoti, maxiemergenze, catastrofi chimiche, bioterrorismo, trasportatori di droghe)
  • Regione Lombardia (farmacovigilanza, GAT centri antiveleni)
  • Ministero della salute 
  • Dipartimento politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei ministri
  • Strutture universitarie e società scientifiche
  • ENTIS (European network of Teratology Information Services)
  • SITOX (Società Italiana della Tossicologia)
  • EAPCCT (European Association of Poison Control Centers e Clinical Toxicologists)
  • AREU

Attività didattica
Docenza di Tossicologia Clinica al corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi Milano-Bicocca (IV e VI anno)
Docenza di Farmacologia al corso di Laurea in Scienze Infermieristiche dell’Università degli Studi Milano-Bicocca (II anno)
Lecture nei corsi/congressi inerenti alla Tossicologia Clinica e Informazione Teratologica per l'ENTIS (European network of Teratology Information Services), la SITOX (Società Italiana della Tossicologia) e l'EAPCCT (European Association of Poison Control Centers e Clinical Toxicologists)


Progetti di miglioramento
Identificazione del profilo epidemiologico dell’esposizione a farmaci in gravidanza e allattamento, attraverso l’elaborazione dei dati relativi alle richieste di informazione, con particolare attenzione alla tipologia dell’utente (donne, partner, medici di base, ginecologi o altri specialisti), classi di farmaci, diagnostica pre-natale, follow-up.