Visite ai pazienti ricoverati e ingresso accompagnatori

INDICAZIONI TRASVERSALI VALIDE IN TUTTE LE SEDI DELL'AZIENDA

A partire da lunedì 10 gennaio 2022 non è più consentito l'ingresso ai visitatori e accompagnatori nelle stanze di degenza dei reparti, delle Terapie intensive, nelle aree interne del Pronto soccorso e negli ambulatori, ad eccezione dei seguenti casi: 

  • se il paziente è gravida o puerpera, grande anziano allettato, paziente con barriera linguistica o malati in condizioni di fine vita: in questi casi l’accesso  del visitatore/accompagnatore è consentito solo se in possesso di Green Pass Rafforzato e con mascherina FFP2. Sono possibili specifiche ulteriori autorizzazioni, da parte dei Direttori e/o dei Coordinatori delle Unità Organizzative, solo in casi eccezionali e comunque solo a visitatori in possesso di Green Pass Rafforzato e di mascherina FFP2. 
  • se il paziente è minore: in caso di ricovero, un genitore (o altro caregiver) può sempre restare con il bambino e viene sottoposto a tampone al momento del ricovero. In caso di accesso in PS, è sempre garantito anche l'accesso al caregiver del minore e gli viene effettuato tampone nasofaringeo. In caso di prestazione ambulatoriale/vaccinale, il genitore o altro caregiver deve essere in possesso di Green Pass Rafforzato.
  • se il paziente è un disabile grave (art. 3, comma 3, Legge 104/92): la normativa vigente dispone la possibilità di accesso in tutte le aree dell’ASST Papa Giovanni XXIII, anche senza Green Pass e mantenendo le adeguate norme comportamentali e igienico-sanitarie. Come misura precauzionale aggiuntiva, il Papa Giovanni richiede di indossare sempre mascherina FFP2. 

Nelle sale d'attesa del Pronto soccorso, degli ambulatori e dei reparti l'accesso agli acompagnatori è consentito ma solo se in possesso di Green Pass Rafforzato e mascherina FFP2. 

    Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio 2022