Salta al contenuto principale

L?Ospedale Papa Giovanni ? pi? green

Sono stati inaugurati il 21 dicembre 2015 tre progetti che contribuiranno a rendere l?Ospedale Papa Giovanni ancora pi? bello, pi? comodo, pi? vicino ai cittadini e pi? amico dell?ambiente. Si tratta del Parco Bonaldi, l'area verde che abbraccia l'ospedale, della nuova stazione di bikesharing BiGi e dei parcheggi per moto e biciclette, posizionati entrambi di fronte alla Chiesa, nei pressi dell'ingresso est. ? Il Parco Bonaldi Il parco, che abbraccia l?ospedale Papa Giovanni XXIII dalla torre 1 alla torre 7, ? composto da pi? di duemila piante appartenenti a una dozzina di specie diverse, prevalentemente autoctone, scelte tra esemplari adulti e virgulti. Le variet? selezionate rispondono alla duplice esigenza di rispettare la provenienza della specie dal territorio, assicurando quindi la miglior capacit? adattiva e di sviluppo delle piante, e quella di garantire piacevoli fioriture e coloriture in tutte le stagioni. Verdi, gialli, rossi, marroni: tutti i colori della terra e della natura si possono ammirare da gennaio a dicembre, tutti i giorni dell?anno. Un risultato possibile grazie ai grandi alberi come il Carpino, la Quercia, l?Acero, il Faggio, il Frassino, il Platano, il Sorbo, il Salice, il Ginkgo. Eleganti fioriture dai toni delicati sono invece assicurate dalle Magnolie, dal Melo giapponese, dall?Albero di Giuda (Cercis Siliquastrum), e dall?Albero dei ?Tulipani? (Liriodendrum Tulipifera). Il parco Bonaldi, che offrir? il suo pieno sviluppo gi? tra qualche anno, ? stato progettato con l?obiettivo di creare un grande polmone verde attorno all?Ospedale di Bergamo e comporre un paesaggio di grande bellezza, in perfetta armonia con la splendida cornice di Citt? Alta e dei Colli. Il progetto e la messa a dimora delle piante sono stati eseguiti dal Vivaio Scarpellini di Alzano Lombardo, a cura del Gruppo Bonaldi, come dono alla citt? e all?Ospedale Papa Giovanni XXIII in occasione dei 50 anni dell?Azienda. ? ?In occasione dei 50 anni del Gruppo Bonaldi abbiamo voluto festeggiare con un gesto di attenzione per la citt?, Bergamo, dove la nostra attivit? ? nata, cresciuta e si ? consolidata ? ha commentato Simona Bonaldi, Amministratore Delegato Gruppo Bonaldi -. Era il 2009 ed era gi? avviato il cantiere del nuovo ospedale, la pi? grande opera realizzata nel nostro territorio negli ultimi vent?anni. Un?ottima occasione, abbiamo pensato, per contribuire, seppur in piccolissima parte, ad un grande progetto. L?idea del Parco ci ha subito entusiasmati; in stile con il nostro modo di essere e capace di rappresentare il lungo impegno del Gruppo Bonaldi nella promozione di una mobilit? attenta all?ambiente, sostenibile ed eco compatibile, nello stesso tempo capace di soddisfare tante, diverse esigenze. Il Parco Bonaldi ? sintesi dei valori che ispirano il nostro modo di fare impresa. L?albero, infine, ? simbolo di futuro, di crescita e di evoluzione; un augurio che vogliamo condividere con la citt?, i nostri dipendenti e i clienti senza i quali nulla sarebbe stato possibile?. ? ? La nuova ciclostazione di bikesharing ?La Bigi? Immagine rimossa.La nuova ciclostazione ? stata realizzata dall?Ospedale Papa Giovanni ed ? gestita da ATB Mobilit? Spa. ? posizionata in prossimit? dell'ingresso principale dell?ospedale e si compone di 19 cicloposteggi. Il servizio di bike sharing del Comune di Bergamo, inaugurato il 17 maggio 2009, raggiunge con la nuova ciclostazione dell?Ospedale il traguardo delle 22 postazioni e 286 posteggi per un totale di 150 biciclette a disposizione dei circa 1.000 abbonati attivi.? ?Come annunciato diversi mesi fa ? spiega l?Assessore alla mobilit? Stefano Zenoni ? grazie al supporto dell'Azienda Ospedaliera, si completa l?asse di bike sharing dal centro citt? fino all?Ospedale. La postazione che si inaugura oggi, associata a quella inaugurata pochi mesi fa in via Carducci, consentir? di offrire un?alternativa all?utilizzo del mezzo privato. L?Amministrazione prevede inoltre la realizzazione nel 2016 del collegamento ciclabile lungo via Martin Luther King (i lavori inizieranno in primavera), in aggiunta al sottopasso tra l?Ospedale e Loreto previsto nel polo ricettivo della Trucca. Anche la realizzazione del nuovo parcheggio per le moto da parte dell?Azienda Sanitaria permette di dare maggior ordine e funzionalit? all?area d?accesso all?Ospedale.? ?Con l?inaugurazione della nuova ciclo stazione presso l?Ospedale Papa Giovanni XXIII ? ha dichiarato il Presidente ATB, Alessandro Redondi ? ATB estende la copertura del servizio di bike sharing sul territorio e lo rende disponibile in un contesto particolare dove le esigenze di trasporto e collegamento sono molteplici. Considerato, inoltre, il delicato momento che stiamo attraversando riguardo i livelli di qualit? dell?aria nella nostra citt?, l?utilizzo dei mezzi pubblici e della bicicletta rappresenta una risposta concreta, sostenibile e subito percorribile di mobilit? alternativa?. ? ? Parcheggi cicli e motocicli Immagine rimossa.I nuovi parcheggi dedicati a moto e bici, realizzati dall?Ospedale Papa Giovanni XXIII, sono a disposizione gratuitamente di tutti gli utenti, visitatori e dipendenti dell?Ospedale. Ai 100 posti per le moto nella zona vicino all?ingresso principale, si aggiungeranno a giorni altri 100 posti di fronte al Parcheggio multipiano e altri 30 sempre in Piazza OMS, limitrofi alla fermata dell?ATB. Le rastrelliere per le biciclette invece sono posizionate, oltre che nel cortile interno a Sud, sul piazzale Oms nei pressi della torre 5 e all?ingresso nord, vicino alla torre 7. ? ?Oggi inauguriamo due servizi che rendono il nostro ospedale pi? vicino alla citt? di Bergamo e ai bergamaschi e pi? accessibile ai nostri oltre 10 mila visitatori quotidiani, con un impatto significativo anche dal punto di vista della mobilit? sostenibile. Con la realizzazione della fermata del treno faremo un ulteriore e significativo passo in avanti su questo fronte ? ha commentato Carlo Nicora, direttore generale Ospedale Papa Giovanni XXIII -. Inoltre presentiamo ufficialmente il parco intitolato alla famiglia Bonaldi, da sempre vicina al nostro ospedale, che ha dato un contributo decisivo per rendere il Papa Giovanni ancora pi? accogliente e in armonia con ampi spazi verdi che contraddistinguono la zona e l?intero contesto ospedaliero?.