Gravidanza, minori, fine vita, anziani allettati, barriere linguistiche

Indicazioni trasversali a tutti i presidi

Donne in gravidanza, minori, condizioni di fine vita, ultraottantenni allettati e barriere linguistiche

L’azienda autorizza l’accesso ad un accompagnatore/caregiver, munito di Certificazione Verde COVID-19 in corso di validità, anche nelle sale visita e stanze di degenza, alle presenti categorie di pazienti:

  • paziente minore;
  • donna in gravidanza anche nella fase di travaglio/parto e post-partum (due ore dopo il parto);
  • pazienti in condizione di fine vita;
  • pazienti grandi anziani (ultraottantenni) allettati;
  • pazienti in cui si riscontra la presenza di barriere linguistiche.

Il Triage COVID deve essere effettuato:

  • per l'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ai punti triage dell'Hospital Street, allestiti agli ingressi 9-13-14-20-25-29-39-47. Per i pazienti in Terapia intensiva sarà il personale del reparto a provvedere al triage COVID 
  • per l'Ospedale Civile di San Giovanni Bianco direttamente nei reparti di degenza e nelle aree ambulatoriali
  • per la Riabilitazione Specialistica di Mozzo dal lunedì al venerdì al punto di triage, mentre il sabato e la domenica rivolgendosi al personale del reparto di degenza.

Per gli accessi ambulatoriali, in fase di triage è prevista la compilazione del "Questionario Clinico-Anamnestico Esposizione COVID-19 - Accesso ambulatoriale di utente con accompagnator-caregiver", verificata la validità della Certificazione Verde COVID-19 e viene garantito il rispetto delle norme comportamentali e igienico-sanitarie. In caso di assenza di Certificazione Verde COVID-19 non è permesso l’accesso ai locali per l’attività ambulatoriale programmata.

Nei reparti di degenza, viene eseguito triage COVID all’accesso con compilazione del "Questionario clinico-anamnestico esposizione COVID-19 - Accesso di accompagnatore-caregiver autorizzato di degente", verificata la validità della Certificazione Verde COVID-19 e viene garantito il rispetto delle norme comportamentali e igienico-sanitarie. Per l’accesso ai settori di area critica (Terapia Intensiva e Sub-Intensiva), il personale del reparto provvederà al triage COVID e alla verifica della Certificazione Verde COVID-19. In caso di assenza di Certificazione Verde COVID-19 viene effettuato un tampone molecolare in carico all'azienda. In caso di interruzione della permanenza nella camera di degenza e/o alternanza della figura incaricata di prestare assistenza, l'azienda si farà carico di un massimo di un tampone molecolare ogni 72 ore.

Ultimo aggiornamento: 05 Ottobre 2021